Banca Popolare dell’Emilia Romagna: ASSESSMENT & DIGITAL WORKPLACE

bper
"Mettere la periferia al centro"

BACKGROUND

Il Gruppo BPER nasce nel 1992 per iniziativa di Banca popolare dell’Emilia Romagna; al momento del progetto il Gruppo era composto da 7 banche presenti a livello nazionale con 1.322 filiali in 17 regioni italiane. Serietà, trasparenza e professionalità sono i valori di fondo che ispirano “il modo di fare Banca” del Gruppo BPER, con la volontà di favorire in ogni contesto il piccolo risparmio delle famiglie e le risorse delle imprese, concependo l’esercizio del credito come strumento di sviluppo e di promozione del territorio.

 

LA SFIDA

Con l’introduzione della nuova Intranet, unica per tutte le Banche, il Gruppo BPER si propone di raggiungere 3 obiettivi chiave del piano industriale 2012-2014:

  • rafforzare il ruolo di indirizzo e controllo della capogruppo: la nuova Intranet deve permettere di accentrare parte delle informazioni e garantire una voce comune e univoca della Banca su tematiche strategiche chiave, pur preservando le identità territoriali attraverso una profilazione specifica
  • migliorare l’engagement del personale: la nuova Intranet deve rappresentare uno strumento chiave per avvicinare sia la banca ai dipendenti, sia le filiali alle sedi centrali
  • supportare l’evoluzione del modello di servizio alla clientela: la nuova Intranet deve favorire il change management verso i nuovi assetti organizzativi e supportare lo sviluppo dei nuovi ruoli previsti

 

LA SOLUZIONE

Il progetto nasce nell’ambito della comunicazione interna della Direzione Risorse Umane di Gruppo.bper2 La nuova Intranet, progettata con un forte approccio di co-design e coinvolgimento dei futuri utenti, è stata pensata come un portale unico aziendale (Digital Workspace), fruibile anche in mobilità, a supporto dell’operatività quotidiana delle filiali e degli uffici interni: rappresenta l’unico punto d’accesso alle tecnologie, alle applicazioni e alle informazioni disponibili, inclusi tutti gli applicativi aziendali.
La Intranet prevede, inoltre, la profilazione automatica dei contenuti per personalizzare e differenziare i servizi per l’Utente, in funzione dell’organizzazione di appartenenza e del ruolo aziendale e la definizione di una governance con ruoli e processi definiti per garantire un presidio e una gestione efficiente della Intranet.

Per far fronte agli ambiziosi obiettivi, in fase di progettazione, si è agito su tutte le principali aree che, da letteratura, costituiscono il Digital Workspace: ComunicazioneCollaborazione, Attività, Knowledge.
Di seguito le principali innovazioni introdotte per ogni area:

Area Comunicazione

  •  Introduzione di news istituzionali con contenuti multimediali (immagini, video)
  • Snellimento e automatizzazione delle modalità di pubblicazione delle circolari e della normativa
  • Profilazione delle comunicazioni a livello di gruppo, banca o direzione territoriale

Area Collaborazione

  • Presenza di aree di collaborazione dove poter dialogare, condividere e mettere a disposizione le proprie competenze all’interno, ad esempio, di comunità di pratica e di progetto
  • Introduzione del “Profilo Personale” con funzionalità social per favorire la ricerca dei colleghi e degli esperti interni

Area Attività

  • Realizzazione di un punto di accesso unico a tutte le applicazioni bancarie disponibili (integrazione del portale)
  • Razionalizzazione dei percorsi di navigazione tra le diverse applicazioni e introduzione dell’accesso unico (single-sign-on). Con il log-in sulla Intranet sarà quindi possibile accedere a tutti gli applicativi senza ulteriori autenticazioni

Area Knowledge

  • Motore di ricerca avanzato (“semantico”) per semplificare il reperimento delle informazioni
  • Miglioramento dell’accesso e della consultazione della documentazione esistente (normativa, contenuti commerciali, etc.)